Torna alla lista delle ricette

Timo

Vi voglio regalare un momento indimenticabile come il momento che ho vissuto quando il nostro cuoco di fiducia nel nostro stand che ogni anno portiamo a Essen in Germania, ha preparato, quello che io ho definito “crema di mare” e cosi' mi sono fatto spiegare come si prepara.

Prendete una confezione di fagioli bianchi cannellini già precotti in scatola o in brik, sciacquateli e versateli dentro una padella dove avrete già precedente fatto imbiondire uno spicchio d'aglio in camicia e mezza cipolla gialla, olio extra vergine di oliva, meglio se di oliva taggiasca, poiché più delicato e un cucchiaio di acqua. Far scaldare il tutto per solo 5 minuti evitando di far friggere i fagioli. Prendere circa 40 vongole fresche già pulitele e gettale in acqua bollente per 20 secondi, (oppure usate delle vongole in acqua di salamoia in vasetto di vetro, dopo averle ben lavate) versatele nel frullatore insieme a due noci di burro, i fagioli ancora caldi (è importante che siano caldi) e delle foglioline di timo fresco, per dosarli devono riempire un cucchiaio, un pizzico di sale e un pensiero di pepe macinato fresco. Avviare a questo punto il frullatore e portare a crema tutti gli ingredienti. Versare la crema in un bicchierino, o in una ciotola a mono porzione, guarnire con due cozze che avrete sbollentato e versate 3 gocce di un emulsione fatta con olio, aceto balsamico e miele. Rimettere in forno perché sia ben caldo e servitelo. Assaporatelo, accompagnato da occhi chiusi, così sentirete il vento del mare e della terra così come l'ho sentito io . Vi ricordo che il tutto funziona solo con l'uso del timo e non con gli altri aromi. Provare.

Buon appetito e buon mare.